MEMORIZZARE BANCHE DATI ha SENSO?

Oggi parliamo delle famose banche dati, l’incubo di chiunque voglia passare dei concorsi, specialmente quelli pubblici.

Puntualmente ci sono studenti che mi scrivono dicendomi che si preparano a questi concorsi utilizzando la strategia dell’impararsi a memoria l’intera banca dati, perché questa secondo molti è la scorciatoia per essere più efficaci in questo tipo di esami.

Beh, in realtà è una strategia che può funzionare, perché se sai a memoria l’intera banca dati sicuramente passi facilmente il concorso, ma io la sconsiglio sempre.

In primo luogo perché è un’operazione davvero lunga e complessa, e dovresti essere un vero esperto di tecniche di memoria per poter fare una cosa del genere con quattromila o settemila domande.

E poi ovviamente imparare tutto a memoria non significa studiare e sapere, e se il concorso prevede una seconda parte orale ti ritroverai da capo perché le domande poste dagli esaminatori non saranno a crocette, e inevitabilmente crollerà il palco.

Quindi imparare a memoria banche dati non è una strategia efficace, perché l’unico modo per imparare davvero è studiare, studiare, studiare, e memorizzare solo i dettagli tecnici e i passaggi complessi!

Scopri la mia offerta formativa: visita lo store dei videocorsi ADC!

Studenti universitari, studenti lavoratori, studenti per concorsi, studenti di scuola, insegnanti: c'è un corso ADC perfetto per le esigenze di chiunque
Portami allo store

Ti interessa questo argomento?
Allora iscriviti alla mia newsletter!

Compila questo form per ricevere il mio manuale gratuito di lettura efficace e articoli di approfondimento sui temi che più ti interessano.


Nota: se già hai scaricato "Leggere per Sapere" o una delle mie risorse gratuite, la tua iscrizione alla newsletter è già attiva.

Niente SPAM. Puoi disiscriverti quando vuoi.

Informativa privacy