RI-SCHEMATIZZARE ha senso?

 

Ha senso rifare più di uno schema sullo stesso argomento? Una domanda che mi viene posta più spesso di quanto potresti pensare...

Ci sono studenti che schematizzano più volte per aumentare la qualità del proprio schema, chi lo fa per aggiungere nel tempo ulteriori informazioni, chi per questioni puramente mnemoniche o di ripasso. Cerchiamo di fare un po' di chiarezza: serve davvero ? E' utile?

Bè, la risposta è sì e no, dipende da qual'è il nostro obiettivo. 

Nello specifico, se parliamo di qualità del ricordo e profondità della rielaborazione, senza dubbio fare più schemi su uno stesso argomento può essere un modo per approfondire e aumentare l'efficacia della fase di schematizzazione stessa, sappiamo che anche solo la riscrittura aiuta a ricordare, per quanto in misura non così eccezionale.

Se parliamo invece di efficienza dello studio la questione è del tutto diversa: ri-schematizzare rischia di diventare un'attività eccessivamente lunga, dispendiosa e ripetitiva, quando lo stesso grado di efficacia potrebbe essere raggiunto occupandosi delle altre fasi dello studio efficace, come il testing ad esempio, il ripasso programmato, l'esercizio, la memorizzazione e così via.

Di fatto, quindi, se da un lato sicuramente schematizzare più volte male non fa, e può apportare dei vantaggi, tali vantaggi non sono ben commisurati al dispendio di tempo.

Detto questo, esistono studenti grafomani particolarmente appassionati di schematizzazione che non si faranno convincere dalle mie parole. Se sei uno di questi e proprio non puoi fare a meno di ri-schematizzare, ti do almeno 4 consigli che possono tornarti utili:

1) Evita di inserire diverse porzioni di informazioni nei vari schemi. Esaurisci tutto il contenuto necessario nel tuo primo schema, in modo da non frammentare il contenuto, altrimenti il rischio è quello di una confusione e difficoltà notevoli in fase di ripasso;

2) Cambia lo stile della schematizzazione: passa dalla mappa mentale alla mappa concettuale, o allo schema lineare, e viceversa. In questo modo, quantomeno, ti dovrai sforzare per cambiare approccio e ridistribuire le informazioni, rendendo più efficace questo esercizio;

3) Non dedicare lo stesso grado di attenzione ai dettagli, alla grafica, alle immagini, ai colori, altrimenti non finisci più Il tuo primo schema deve essere quello realmente eccellente, gli altri possono essere decisamente più approssimativi;

4) Un trucchetto: invece di perdere ancora tempo su un foglio di carta, schematizza direttamente nella tua mente, cioè recupera le informazioni, ripensale e immagina di disporle ancora una volta usl foglio. Sarà il primo passo verso l'eliminare la ri-schematizzazione definitivamente dalla tua routine e costituirà anche un utile esercizio di richiamo che fungerà da ripasso.

In definitiva, aspetto di sentire il tuo parere al riguardo, io credo che se uno schema è davvero ben realizzato non c'è motivo di doverlo rifare, meglio concentrarsi sulla qualità, che sulla quantità. 

Scopri il mio corso e community sul metodo di studio


Trasforma per sempre il tuo approccio allo studio, all'insegna della scientificità e dell'eccellenza assoluta.

ESPLORA IL CORSO
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.